Verità e Fede: alla ricerca di Dio - Zampadicapra

Zampadicapra
Vai ai contenuti

Gen 6:3

Zampadicapra
Pubblicato da in Figli dell'uomo e figli di Dio · 10 Settembre 2021
3 Allora il Signore disse: «Il mio spirito non resterà sempre nell’uomo, perché egli è carne e la sua vita sarà di centoventi anni».
Quanto il Signore afferma può significare che nel genere umano, quindi che in ogni uomo risiede il suo spirito, ma essendo l’uomo di carne, cioè avendo il suo corpo consistenza materiale, lo spirito di Dio non potrà restarvi per sempre. Esaminando la frase ...perché egli è carne e la sua vita sarà di centoventi anni». possiamo concludere che, la separazione tra spirito divino e corpo umano avvenga in quanto la vita umana abbia un termine. Tuttavia, nel corso della vita, nell’uomo risiede lo spirito di Dio, che tornerà a Dio nel momento della morte. Si può con questo affermare che nel corso della propria esistenza l’uomo sia Dio, o quantomeno da esso animato? Lo spirito di Dio è quello che generalmente diciamo anima? È dunque l’uomo a trarre sostentamento dallo spirito divino, o il contrario, poiché l’anima ritorna a Dio, in quanto parte di Dio?



Nessun commento

Torna ai contenuti