Gen 6:13

Zampadicapra
Vai ai contenuti

Gen 6:13

Zampadicapra
Pubblicato da Roberto in Noè · 14 Novembre 2021
13: «È venuta per me la fine Allora Dio disse a Noè di ogni uomo, perché la terra, per causa loro, è piena di violenza; ecco, io li distruggerò insieme con la terra.
Troviamo già al (Gen 6:7) il proposito di annientare l’uomo. Dio parla ancora con Noè, gli spiega che ha preso una decisione, inevitabile: ecco, distruggerà l’uomo e con lui la terra. Non c’è dato sapere la reazione di Noè, se di stupore, di terrore, di rassegnazione; semplicemente Dio dà a lui questa notizia. Distruggerà, l’uomo e la terra per le ragioni a noi già note (cfr. Gen 6:5;6;7;11;12) e ribadite nel presente (v.13) ...è piena di violenza; ... La terra, Dio l’avrebbe potuta semplicemente lasciare al proprio destino, perché tanta pena? Fotto è, che in tutta la terra l’unico uomo degno della considerazione di Dio era Noè. Dal (Gen 6:8) Ma Noè trovò grazia agli occhi del Signore. Possiamo intuire, che Noè non subirà la sorte dei suoi simili. Non c’è detto, cosa avesse di diverso dagli altri abitanti della terra, cosa ha fatto, o meglio, cosa non ha fatto per meritarsi smisurata stima? Qualcosa di speciale, agli occhi di Dio doveva averlo.



0
recensioni

Torna ai contenuti