Gen 4:13

Zampadicapra
Vai ai contenuti

Gen 4:13

Zampadicapra
Pubblicato da Roberto in Caino e Abele · 11 Aprile 2021
13 Disse Caino al Signore: «Troppo grande è la mia colpa per ottenere perdono.
Caino era già cosciente della sua colpa? Al (Gen. 4:9) ho ipotizzato l’incapacità di Caino a comprendere fino in fondo la gravità del suo atto, o quantomeno la sua freddezza, il suo distacco, la sua indifferenza, non possiamo escludere derivi da una coscienza immatura, incompleta. Ora invece, sembra consapevole; sente il peso per quello che ha fatto ...Troppo grande è la mia colpa... tuttavia, a cosa dobbiamo questo cambiamento? Si tratta di vero pentimento? È vera presa di coscienza? È forse l’ira di Dio a scuoterla, la coscienza di Caino? Oppure, è il solo fatto che il creatore sia adirato a fargli pensare d’aver compiuto un atto riprovevole? In breve: Caino sa d’aver sbagliato in virtù del fatto che il Signore glielo fa presente. Per conto mio, una cosa emerge in questo passo: la nostra coscienza sa e ci mette in guardia dal male, eppure non sappiamo ascoltarla. Cioè l’errore non riconosciuto fintanto non sia compiuto.



0
recensioni

Torna ai contenuti